Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Tratturo Pescasseroli – Candela con Trekking Italia

Maggio 11 @ 8 h 00 min - Maggio 18 @ 17 h 00 min

€750,00

Antiche vie di transumanza, il “Regio Tratturo”

Il Regio tratturo Pescasseroli-Candela è una delle più antiche vie di transumanza fra l’Abruzzo montano e il Tavoliere delle Puglie. Le sue origini risalgono alla pista armentizia Sabina-Apulia, battuta dalle greggi fin dal IV secolo a.C., e sulla quale sorse una splendida città romana, Saepinum (Sepino), che gli scavi e i restauri hanno riportato a nuova vita. Sepino è il punto di arrivo di questo trek che partendo da Pescasseroli, nel magnifico Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, ripercorre parte del Regio Tratturo e di altri due importanti tratturi ad esso collegati, il Celano-Foggia e il Lucera-Castel di Sangro, ritrovando le tracce della secolare epopea dei pastori che migravano in autunno dai monti al mare, con migliaia di pecore e muli carichi di masserizie, ritornando nei pascoli montani in primavera. Camminare su queste vie di transumanza, in suggestivi ambienti ricchi di risorse naturali e testimonianze storiche, è come fare un viaggio nel passato, nella cultura, nella vita, nella religiosità delle genti d’Abruzzo e del Molise, che per secoli legarono la loro esistenza alla pastorizia transumante.

Note varie: Il programma delle escursioni può subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili.

GIORNO 1
Arrivo a Pescasseroli nel pomeriggio, ritrovo del gruppo in albergo. Visita al borgo, cena e pernottamento.

GIORNO 2 –  Da Pescasseroli a Villetta Barrea
Partenza da Pescasseroli per la Riserva Integrale della Camosciara, nucleo originario dell’area protetta.  Si traversa la piana di Opi e la Val Fondillo, segnate dalle tracce del Regio Tratturo. E con breve transfer si raggiunge la Riserva integrale della Camosciara, con le cascate delle Ninfe e Tre Cannelle. Un sentiero nel bosco porta a Villetta Barrea.

Lunghezza tappa: 15 km – dislivello: salita 350 m – discesa: 450 m – durata: 6 ore

Giorno 3 – Villetta Barrea, Civitella Alfedena, Barrea
Da Villetta Barrea, dopo aver visitato il Museo della Transumanza ci si incammina su sentiero che in breve riconduce sul Tratturo per portarci nel caratteristico borgo di Civitella Alfedena e proseguire in direzione di Barrea attraverso la via delle sorgenti. Giunti nel borgo che si specchia nelle acque dell’omonimo lago, visiteremo il Museo della Civiltà Safina, la Sala dei Pipistrelli ed il Castello.
Lunghezza tappa: 10 km – dislivello: salita 133 m – discesa: 60 m – durata 6 ore

 Giorno 4 – da Barrea a Vastogirardi
Tappa suddivisa in due tratte con transfer di collegamento da Alfedena a San Pietro Avellana.
Da Barrea ci si incammina nuovamente sul Pescasseroli-Candela in direzione di Alfedena, lasciando alle proprie spalle le alte vette del Parco. Al valico di Colle Iaratto, in prossimità di un antico fontanile con tre vasche in pietra ed un magnifico cippo tratturale con la grande croce rossa aragonese datata 1720, si scende verso il borgo di Alfedena, dove dopo una breve sosta ristoratrice, un mezzo privato ci condurrà presso la riserva Naturale di Montedimezzo per pranzo, visita alla riserva e partenza lungo il Tratturo Celano-Foggia in direzione Vastogirardi.  L’itinerario, che riserva la sorpresa di un ciclopico faggio divelto dagli agenti atmosferici alla fine del 2017, conduce a Vastogirardi, antico borgo medievale con castello e ruderi sanniti.
Lunghezza 14 km – dislivello: salita 390 m – discesa 250 m – durata 7 ore

Giorno 5 – da Vastogirardi ad Isernia
Dal paese, traversando una faggeta ritroviamo il tratturo Celano-Foggia all’altezza di Fonte Paradiso, un antico casolare con abbeveratoio. Il percorso prosegue, in bell’ambiente naturale, per il suggestivo Castiglione di Carovilli, posto su uno sperone roccioso, e quindi per Carovilli, da cui si passa sul tratturo Lucera-Castel di Sangro, per terminare a Pescolanciano, dominato dall’imponete dal castello dei duchi d’Alessandro, uno dei più belli del Molise. Breve trasferimento con mezzo pubblico a Isernia.
Lunghezza 16 km – dislivello: salita 100 m, discesa 450 m – durata 6 ore

Giorno 6 – da Isernia a Bojano
Attraversato l’interessante centro storico di Isernia ritorniamo sul Regio tratturo Pescasseroli-Candela, incontrando l’area archeologica della Pineta che visiteremo. Passando per la caratteristica campagna di Isernia attraverso la località Valle Soda si sale al grazioso centro di Pettoranello, e al vicino Santuario dell’Addolorata, posto in una posizione molto panoramica ai piedi del monte Patalecchia. Da qui si scende sulla strada statale per prendere un autobus di linea che ci porta, in pochi minuti, a Bojano.
Lunghezza 12,5 km – dislivello: salita: 450 m, discesa 200 m – durata 5 ore

Giorno 7 – da Bojano a Guardiaregia
Dal centro di Bojano un tempo Bovianum la più grande città del Sannio, alle sorgenti del Biferno, poi a Civita Superiore (850 m) per visitare il più antico insediamento della città con i resti di un Castello di epoca longobarda. Da qui traversando in quota alcune valli con boschi e resti di terrazzamenti scendiamo Campochiaro, ai margini di una riserva naturalistica alle pendici del Matese, da cui deviamo per raggiungere, con una breve salita, Guardiaregia e il bel Casale del Vescovo dove pernotteremo.
Lunghezza 14 km – dislivello: salita 600 m, discesa 350 m – durata 6,30 ore

Giorno 8 – da Guardiaregia a Saepinum
Da Guardiaregia con il Bus di linea ritorniamo sul Regio tratturo che, ben conservato e segnalato, percorre la pianura di Bojano con modesti saliscendi: pur se per alcuni tratti la larga striscia erbosa è ora occupata da piccole macchie e coltivi, è facile immaginare com’era quando veniva percorso dalle greggi. Incontrando radi casolari ci ritroviamo come per incanto nell’antica Saepinum, la città romana sorta sul tratturo, con le mura turrite, le strade, il foro, l’anfiteatro ben restaurati. La visita di questa bellissima area archeologica, conclude il trek.
Lunghezza 12 km – dislivello: salita 100 m, discesa 200 m – durata 3 ore

Ore 14 circa trasferimento con mezzo privato alla vicina stazione ferroviaria di Boiano per chi rientra in treno ed a Pescasseroli per recupero auto.

INFO E PRENOTAZIONI:
http://www.trekkingitalia.org/web/toscana/i-nostri-trek/-/cerca/%7B%22keywords%22:00[],%22accompagnatoriTrek%22:[],%22categorieTrek%22:[%22grandi-trek%22],%22destinazioniTrek%22:[%22region-14%22],%22difficoltaTrek%22:[],%22dataTrekStart%22:1551162306,%22dataTrekEnd%22:1574463600,%22prezzoTrekStart%22:0,%22prezzoTrekEnd%22:2960,%22statiTrek%22:[],%22sediTrek%22:[]%7D#/scheda-trek/-/trek/165342/antiche-vie-di-transumanza-il-regio-tratturo

 

 

Dettagli

Inizio:
Maggio 11 @ 8 h 00 min
Fine:
Maggio 18 @ 17 h 00 min
Prezzo:
€750,00
Categoria Evento:

Organizzatore

Atropa Trekking
Telefono:
3398103359
Email:
barlettasimone02@gmail.com
Sito web:
www.atropatrekking.it

Luogo

Parco Nazionale d’Abruzzo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama ora