Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Regio Tratturo. Antiche Vie di Transumanza

Maggio 8 @ 16 h 00 min - Maggio 15 @ 14 h 00 min

€750

In collaborazione con Trekking Italia Firenze
Via dell’Oriuolo,17 – 50122 Firenze – Tel. 055-2341040 Fax 055-2268207
E-mail: firenze@trekkingitalia.org  http://www.trekkingitalia.org

 

ABRUZZO- MOLISE

ANTICHE VIE DI TRANSUMANZA – IL “REGIO TRATTURO”

 Trek itinerante di 8 giorni con bagaglio trasportato

Il Regio tratturo Pescasseroli-Candela è una delle più antiche vie di transumanza fra l’Abruzzo montano e il Tavoliere delle Puglie. Le sue origini risalgono alla pista armentizia Sabina-Apulia, battuta dalle greggi fin dal IV secolo a.C., e sulla quale sorse una splendida città romana, Saepinum (Sepino), che gli scavi e i restauri hanno riportato a nuova vita. Sepino è il punto di arrivo di questo trek che partendo da Pescasseroli, nel magnifico Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, ripercorre parte del Regio Tratturo e di altri due importanti tratturi ad esso collegati, il Celano-Foggia e il Lucera-Castel di Sangro, ritrovando le tracce della secolare epopea dei pastori che migravano in autunno dai monti al mare, con migliaia di pecore e muli carichi di masserizie, ritornando nei pascoli montani in primavera. Camminare su queste vie di transumanza, in suggestivi ambienti ricchi di risorse naturali e testimonianze storiche, è come fare un viaggio nel passato, nella cultura, nella vita, nella religiosità delle genti d’Abruzzo e del Molise, che per secoli legarono la loro esistenza alla pastorizia transumante.

 Il trek prevede tappe facili/medie: 12-16 km di lunghezza, dislivelli 400-600 m con pernottamenti presso piccoli alberghi e altre strutture turistiche, con buona cucina locale.

 

Sabato
Ritrovo a PESCASSEROLI nel pomeriggio, in albergo, presentazione del trek – Cena e pernottamento

Per arrivare a Pescasseroli, prendere dalla stazione di Roma Tiburtina il bus ARPA per Avezzano delle 14,45 che arriva a Pescasseroli alle 17,45; ce n’è anche un altro che parte alle 17 e arriva alle 20,30. Potrà essere fissato il ritrovo del gruppo alla stazione Tiburtina per fare il viaggio assieme.

 

Domenica
1.a  tappa: PESCASSEROLI (1160 m)  –  VILLETTA BARREA (990 m)

Lunghezza 15 km –  dislivello: salita 350 m, discesa 450 m – durata 6 ore

Nel Parco nazionale d’Abruzzo, un magnifico ambiente montano con ricca fauna (i famosi orsi marsicani!).   Si traversa la piana di Opi e la Val Fondillo (1085 m), segnate dalle tracce del Regio Tratturo. E con breve transfer si raggiunge la Riserva integrale della Camosciara (1040 m), con le cascate delle Ninfe e Tre Cannelle. Un sentiero nel bosco porta a Villetta Barrea (alt. 990 m)  ha una storia che risale ai Sanniti.

Lunedì
2.a  tappa: VILLETTA BARREA  –  CIVITELLA ALFEDENA  – BARREA (990 m)

Lunghezza 10 km – dislivello: salita 133 m, discesa 60 m – durata 5 ore

Da Villetta Barrea, dopo aver visitato il Museo della Transumanza ci si incammina su sentiero che in breve riconduce sul Tratturo per portarci nel caratteristico borgo di Civitella Alfedena e proseguire in direzione di Barrea attraverso la via delle sorgenti. Giunti nel borgo che si specchia nelle acque dell’omonimo lago, visiteremo il Museo della Civiltà Safina, la Sala dei Pipistrelli ed il Castello.

 Martedì
3.a  tappa: CASTEL DI SANGRO  –  VASTOGIRARDI (1200 m)

Lunghezza 16 km – dislivello: salita 400 m, discesa 0 m – durata 7 ore

Da Castel di Sangro, importante centro storico abruzzese un breve trasferimento in taxi ci porta su un tratto ripristinato e segnalato del Tratturo Celano – Foggia, nei pressi della Masseria Taverna; si sale al paese di San Pietro Avellana famoso per il tartufo bianco pregiato, e si prosegue sul tratturo che costeggia la riserva naturale di Montedimezzo sul Colle Mandrone con bel panorama sul massiccio del Matese. L’itinerario, che riserva la sorpresa di un ciclopico faggio, conduce a Vastogirardi, antico borgo medievale con castello e ruderi sanniti.

Mercoledì
4.a  tappa: VASTOGIRARDI – PESCOLANCIANO (819m) – ISERNIA

Lunghezza 16 km – dislivello: salita 100 m, discesa 450 m – durata 6 ore

Dal paese, traversando una faggeta ritroviamo il tratturo Celano-Foggia all’altezza di Fonte Paradiso, un antico casolare con abbeveratoio. Il percorso prosegue, in bell’ambiente naturale, per il suggestivo Castiglione di Carovilli, posto su uno sperone roccioso, e quindi per Carovilli, da cui si passa sul tratturo Lucera-Castel di Sangro, per terminare a Pescolanciano (840 m), dominato dall’imponete dal castello dei duchi d’Alessandro, uno dei più belli del Molise. Breve trasferimento con mezzo pubblico a Isernia.

Giovedì
5.a  tappa: ISERNIA (457 m) –  BOJANO (482 m)

Lunghezza 12,5 km – dislivello: salita: 450 m, discesa 200 m, durata 6 ore

Attraversato l’interessante centro storico di Isernia ritorniamo sul Regio tratturo Pescasseroli–Candela, incontrando l’area archeologica della Pineta. Passando per la caratteristica campagna di Isernia attraverso la località Valle Soda si sale al grazioso centro di Pettoranello (737 m), e al vicino Santuario dell’Addolorata, posto in una posizione molto panoramica ai piedi del monte Patalecchia. Da qui si scende sulla strada statale per prendere un autobus di linea che ci porta, in pochi minuti, a Bojano.

Venerdì
6.a  tappa: BOJANO –  CASALE DEL VESCOVO (GUARDIAREGIA) (730m)

Lunghezza 12 km – dislivello: salita 600 m, discesa 350 m – durata 5 ore

Dal centro di Bojano un tempo Bovianum la più grande città del Sannio, alle sorgenti del Biferno, poi a Civita Superiore (850 m) per visitare il più antico insediamento della città con i resti di un Castello  di epoca longobarda. Da qui scendiamo nella pianura ritrovando le tracce del Regio tratturo, fino a Campochiaro, e la sua bella riserva naturalistica alle pendici del Matese, da cui deviamo per raggiungere, con una breve salita, Guardiaregia e il bel Casale del Vescovo dove pernotteremo

Sabato
7.a  tappa: GUARDIAREGIA  –  SEPINO  (594m)

Lunghezza 12 km – dislivello: salita 100 m, discesa 200 m – durata 3 ore

Da Guardiaregia ritorniamo sul Regio tratturo che continua fino al valico di Vinchiaturo (650 m), dove si restringe fino a diventare una strada in terra battuta che attraversa un bosco e scende nella verde pianura; incontrando radi casolari ci ritroviamo come per incanto nell’antica Saepinum, con le mura turrite, le strade, il foro, l’anfiteatro ben restaurati. La visita di questa bellissima area archeologica, conclude il trek.

Ore 14 circa: trasferimento con mezzo privato alla vicina stazione ferroviaria di Boiano per treno delle ore 14,45 con arrivo a Roma Termini alle 17,16

 1) INFO GENERALI – NOTE SULLE QUOTE

QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 750 €  a persona, in camere doppie

Note sulle quote:

È possibile iscriversi telefonando in sede al numero 055/2341040 e mandando una e-mail a firenze@trekkingitalia.org (e attendendo una mail di conferma).

L’iscrizione si intende valida solo al momento del versamento di un acconto/caparra di 200,00 € da effettuarsi subito al momento della prenotazione e  dell’invio in sede della copia del versamento via mail o via fax (055/2268207).

Se non possibile l’abbinamento con altra persona, sistemazione in singola (con supplemento di 150  € a carico del partecipante).

I pagamenti possono essere effettuati in sede o utilizzando:

– Conto Corrente Postale n°   n. 82641614 

conto corrente bancario n°154777 presso BANCA INTESA, intestato a “TREKKING ITALIA” – IBAN   IT 03 J 0306 9096 0610 0000 154777

– conto corrente postale n° 82641614 presso Poste SpA – ufficio di Via Pietrapiana, Firenze – IBAN: IT 17 L 07601 02800 0000 82641614 intestato a: “TREKKING ITALIA ASS.NE ITALIA AMICI DEL TREKKING E DELLA NATURA”

indicando nella causale il nome del trek scelto e mandando un avviso per email quando è stato effettuato il pagamento. Si prega di versare il saldo entro un mese prima della partenza, salvo diversa indicazione, con le medesime modalità.

Per partecipare è necessario essere soci Trekking Italia.

L’iscrizione prevede il versamento della quota annuale di 20 € e dovrà essere contestuale al versamento dell’acconto del GrandeTrek; si effettua con le medesime modalità comunicando alla Sede per telefono o email i relativi dati anagrafici; questa si intende confermata solo al momento del ricevimento in Sede della copia del versamento via email o via fax.

 

La quota di partecipazione comprende:

– il pernottamento in alberghi o B&B, in camere a due letti (o più letti, in caso di indisponibilità)

– le colazioni e le cene

– il trasporto bagagli

– guida ambientale

– assicurazione infortuni

 

La quota non comprende:

– le spese di viaggio dalle località di residenza a Pescasseroli e ritorno da Boiano

– le bevande e i pranzi al sacco;

– i trasferimenti del gruppo, durante il trek, con mezzi pubblici o privati.

 

Attrezzatura consigliata:

– Scarponcini, sandali, pantaloni lunghi e corti, giacca a vento leggera, pile, mantella (o altre protezioni leggere per la pioggia) berretto, occhiali da sole e crema solare, bastoncini da trekking, medicinali

 

  1. C) RINUNCIA DEL SOCIO:

Per i Grandi Trek (più di 4 giorni) il socio potrà dare disdetta della partecipazione per iscritto, senza pagare penali, nelle seguenti ipotesi:

– non ancora maturata scadenza del termine fissato per la chiusura delle prenotazioni;

– aumento della quota di partecipazione prevista in misura eccedente il 10% (questo può verificarsi fino a 20 giorni precedenti la partenza e soltanto in conseguenza alle variazioni di costi di trasporto, incluso il costo del carburante, diritti e tasse su alcune tipologie di servizi –imposte, tasse o diritti di atterraggio, di sbarco o di imbarco nei porti e negli aeroporti-, tassi di cambio applicati al GT);

– modifica in modo significativo di uno o più elementi del Programma definitivo oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del Grande Trek complessivamente considerato e proposta dall’Associazione dopo la conferma dell’effettuazione del GT ma prima della partenza e non accettata dal socio.

Nei casi di cui sopra, il socio ha diritto alla restituzione della sola parte della quota già corrisposta. Tale restituzione dovrà essere effettuata entro sette giorni lavorativi dal momento del ricevimento della richiesta di rimborso. Il socio dovrà dare comunicazione della propria decisione (di accettare la modifica o di recedere) entro e non oltre due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso di aumento o di modifica. In difetto di espressa comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall’Associazione si intende accettata.

 

In caso di disdetta non tempestiva, il socio perde una parte o l’intera quota come di seguito specificato.

La disdetta è da considerarsi non tempestiva per i trek giornalieri se non pervenuta entro le ore 12 del giorno precedente la partenza, oppure entro le ore 12 del venerdì per partenze domenicali.  Per i trek week-end se pervenuta a trek confermato o dopo le ore 18 del 2° giorno antecedente la partenza; per i trekking di più giorni il socio che receda a trek confermato o 20 giorni prima della partenza perde l’acconto (normalmente pari al 25%) già versato; in ipotesi di recesso sino a 8 giorni prima della partenza perde il 50% del prezzo del trekking; a il socio che receda da 8 giorni sino al giorno prima saranno addebitati il 75% del prezzo; 100% dopo tali termini. Il giorno della partenza è sempre escluso; il giorno dell’annullamento è sempre compreso.  Nel caso la rinuncia venisse comunicata, indipendentemente dai termini sopra indicati, dopo il pagamento di servizi e trasporti non più rimborsabili, i costi degli stessi verranno integralmente addebitati, mentre rimangono valide le percentuali di cui sopra per la restante quota di partecipazione.

L’Associazione, pur attenendosi a quanto previsto in caso di disdetta o rinuncia non tempestiva da parte di un socio iscritto ad una escursione, da essa promossa, avrà cura di favorire il socio restituendogli quanto, eventualmente, non preteso dai fornitori per il viaggio e per il soggiorno non effettuati.

 

2) NOTE VARIE

Si raccomanda di non acquistare alcun biglietto di viaggio personale (treno, aereo, altro) per raggiungere il luogo del ritrovo partecipanti al trek, a meno che dalla Sede organizzatrice non sia stata confermata la partenza del trek stesso e siano state date specifiche indicazioni in merito.

L’Associazione non è responsabile di variazioni non comunicate del piano voli e dei ritardi, scioperi, contrattempi durante il viaggio causati dalla compagnia aerea o altro vettore.

Trekking Italia non si ritiene responsabile per biglietti aerei o ferroviari acquistati autonomamente per raggiungere il luogo di partenza del viaggio in seguito a improvvisi cambi di orario o del luogo di partenza per cause di forza maggiore o necessità operative. Nel caso si rendesse necessario un prolungamento del viaggio per i fattori suddetti o altri imprevisti non dipendenti dall’Associazione, le spese addizionali saranno a carico del partecipante.

Il programma giornaliero potrà subire delle modifiche dovute alla situazione meteorologica o ad altri eventi imprevedibili legati alla situazione sociopolitica oppure in caso di forza maggiore. Sarà cura del Socio Accompagnatore valutare la migliore situazione di opportunità e sicurezza e quindi proporre al gruppo le modifiche da apportare per la migliore riuscita dell’esperienza.

Il socio comunicherà altresì per iscritto all’Associazione, all’atto della prenotazione, le particolari richieste personali che potranno formare oggetto di accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l’attuazione.

Il socio è sempre tenuto ad informare l’Associazione di eventuali sue esigenze o condizioni particolari (gravidanza, intolleranze alimentari, disabilità, ecc…) ed a specificare esplicitamente l’eventuale richiesta di relativi servizi personalizzati.

 

4) INFO TECNICHE

◦ Nel caso si rendesse necessario un prolungamento del viaggio per i fattori suddetti o altri imprevisti non dipendenti dall’Associazione, le spese addizionali saranno a carico del partecipante. 

◦ Per la migliore riuscita del viaggio è fondamentale che i soci partecipanti si dimostrino aperti e disponibili alla vita di gruppo e, nel momento in cui risultasse necessario, pronti  ad affrontare in modo costruttivo i disagi che si dovessero presentare.

◦ Il socio accompagnatore è un volontario che condivide le finalità dell’Associazione e che  si è reso disponibile a coordinare il gruppo mettendo a disposizione di tutti la propria esperienza per la migliore riuscita del viaggio. Per raggiungere questo obiettivo comune si chiede ai soci partecipanti di dimostrare la massima disponibilità nei confronti del socio accompagnatore e degli altri partecipanti, accettare di buon grado le eventuali difficoltà e limitazioni che dovessero presentarsi in corso di viaggio esprimendo le proprie opinioni o perplessità giustificate in modo cordiale e aperto direttamente in loco.

◦ Il socio accompagnatore potrà modificare il programma in loco. Il programma può essere soggetto a modifiche sostanziali in caso di necessità.

 

 

Dettagli

Inizio:
Maggio 8 @ 16 h 00 min
Fine:
Maggio 15 @ 14 h 00 min
Prezzo:
€750
Categoria Evento:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama ora