Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Cammino dei Sanniti – Alto Molise

Aprile 2 @ 8 h 00 min - Aprile 6 @ 17 h 00 min

Un verdissimo ambiente, dai 700 ai 1400 metri di altitudine, circondato da belle catene appenniniche – le Mainarde, il Monte Greco, la Maiella, il Matese – fatto di pascoli e foreste,  piccoli centri con vestigia di castelli medievali e siti archeologici, una storia millenaria legata alla pastorizia transumante, che permane nei resti degli antichi tratturi (le vie erbose che le greggi percorrevano inseguendo i pascoli) di una civiltà contadina da cui sono nate tradizioni, convivialità, prodotti tipici ( che bontà le scamorze e i caciocavalli !), insieme a sapienze artigianali: basta citare Agnone, con le sue fucine di campane.  Il trek percorrerà un’ampia parte del sentiero partendo da Isernia, per salire ai borghi medievali di Pesche e Miranda sul Monte san Marco, poi da Carovilli per la Riserva di Monte di mezzo e la foresta di Monte Capraro, toccherà Vastogirardi e Capracotta, la cima del Monte Campo che dai suoi 1740 metri spazia fino al Mare Adriatico. Bellissimo il tratto fino ad Agnone, e Pietrabbondante con il famoso teatro-tempio sannitico.

Primo giorno  – SCHIO – ISERNIA

Arrivo nel primo pomeriggio al sito archeologico romano di Altilia nel comune di Sepino passeggiata e visita dello scavo e delle sue splendide architetture romane camminando sul decumano che appena fuori dalle mura diventa Tratturo “Pescasseroli-Candela”. Nel tardo pomeriggio arrivo ad Isernia. Sistemazione presso Albergo diffuso antica dimora  in centro storico.

Secondo giorno: PESCHE – MIRANDA – ISERNIA

Trek: distanza: 9 km – Durata:  4 ore – Dislivello salita 620 m, discesa 220 m

Sistemazione in Ospitalità Diffusa

Da Isernia (423m) in bus a Pesche (732 m) incantevole borgo medievale aggrappato a un costone del Monte San Marco, con resti di un castello normanno posto a difesa del Regio Tratturo Pescasseroli-Candela. Dall’alto del paese l’itinerario, su comoda carrareccia, passa per i boschi e pascoli della Riserva Naturale Orientata, fra splendidi panorami sui monti della Meta e del Matese. Poi sale per vecchi terrazzamenti agricoli, fino ad una faggeta e alla chiesetta campestre di Santa Lucia (1032m) eretta su uno sperone di roccia, naturale terrazzo su uno dei paesaggi più belli della zona. Da qui si scende per un sentiero al paese di Miranda (892m), altro borgo medievale sorto intorno al Mille su un castellare con suggestivo centro storico. Rientro a Isernia con bus. Passeggiata nel centro storico e nei dintorni: dalla cattedrale, costruita su un tempio romano, alla monumentale Fontana Fraterna. Pernottamento albergo diffuso nel centro storico.

 

Terzo giorno:  MIRANDA – CAROVILLI

Trek: distanza: 12 km – Durata 5,30 ore – Dislivello salita 480 m, discesa 500 m.

Sistemazione in Ospitalità Diffusa

DA ISERNIA  A MIRANDA spostamento in pullman

Una vecchia mulattiera abbandonata (recuperata col sentiero Trekking Italia) sale tra una secolare faggeta e pascoli, che in primavera si colorano di una spettacolare fioritura di orchidee, al Casino Pizzi, antico edificio rurale, a 3 ore dalla partenza. Si prosegue verso una sella tra il Monte Totila e il Monte Pietrereie, scendiamo su una bella valle e risaliamo fino a incontrare un tratto dello storico Tratturo Lucera-Castel di Sangro, ben conservato, con chiesetta di San Domenico, luogo di sosta e devozione dei pastori con le greggi transumanti e arriviamo a Carovilli (892 m), la cui fondazione risale all’epoca longobarda. Spostamento in bus fino ad Agnone

Quarto giorno:  CAROVILLI – MONTE DI MEZZO-VASTOGIRARDI

Trek: distanza: 15 km – Durata 6 ore – Dislivello salita 745 m, discesa 441 m.

Una delle tappe più interessanti del trek. Uno stradello erboso porta a monte Ingotte che offre una vista suggestiva sulle Mainarde, sui monti della Meta e sul paesaggio rurale della zona. Poi percorriamo il Tratturo Celano-Foggia ai piedi del monte Pizzi e un sentiero dedicato a Mario De Lellis che porta alla Riserva di Montedimezzo, che vanta un’antica storia: nel 1200 era degli Angioini, nel 1600 passò ai monaci Certosini di Napoli, nel 1799 divenne riserva di caccia dei Borbone, finché con l’Unità d’ Italia passò allo Stato. Gestita dal Corpo Forestale, la riserva ha un bel museo naturalistico, e recinti faunistici con ungulati (cervi, caprioli,daini,mufloni) e volatili. Dopo la visita alla riserva trasferimento con bus a Vastogirardi (1200 m), borgo fortificato del Mille con bel castello ben conservato e tempio Italico del III sec. a.c. Rientro ad Agnone per pernottamento

Quinto giorno giorno:  AGNONE

Visita al centro di Agnone e Museo Campane.dopo pranzo partenza per il rientro.

Dettagli

Inizio:
Aprile 2 @ 8 h 00 min
Fine:
Aprile 6 @ 17 h 00 min
Categoria Evento:

Organizzatore

Atropa Trekking
Telefono:
3398103359
Email:
barlettasimone02@gmail.com
Sito web:
www.atropatrekking.it

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama ora